Home / News / Dettaglio

07/11/2017: CIG 2017 AVVISO 4/FSE/2017



 CIG 2017              

AVVISO N. 4/FSE/2017

Avviso Formazione a sostegno dei lavoratori in cassa integrazione guadagni a zero ore



Premessa
Con il presente avviso la Regione Puglia intende promuovere l’utilizzo di voucher formativi, definibili quali incentivi economici di natura individualizzata, volti al finanziamento di attività formative documentabili dirette a lavoratori in cassa integrazione guadagni a zero ore. Con tale iniziativa, la Regione Puglia intende sostenere la qualificazione di lavoratori a rischio di espulsione dal mercato del lavoro in modo da accrescere migliorare e/o diversificare le competenze professionali di questi ultimi con l’obiettivo di potenziarne l’occupabilità. Tale modalità di intervento si svilupperà in un ottica di programmazione integrata, di innovazione delle politiche attive del lavoro e di inclusione sociale, di monitoraggio e di verifica dei risultati, coerentemente con altre misure messe in campo dalla Regione Puglia. Con tale intervento si intende in particolare offrire opportunità di formazione e riqualificazione individuale ai lavoratori coinvolti in situazione di crisi con la finalità di rafforzare le competenze professionali e la qualità dell’offerta di lavoro. A) Riferimenti legislativi e normativi 9Regolamento (UE) n. 1303/2013.
 
Obiettivi generali e finalità dell’Avviso
Attraverso il presente Avviso, si intende promuovere l’utilizzo di voucher quali incentivi economici di natura individualizzata, finalizzati alla partecipazione a percorsi formativi in coerenza con le esigenze e priorità del territorio, proposti direttamente dagli Enti di formazione accreditati all’erogazione di interventi di formazione, e rivolti ai destinatari del presente avviso, di seguito individuati al punto E. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 100 del 24-8-2017 ϰϴϬϬϭ 5 I percorsi formativi, pena il mancato riconoscimento del voucher, dovranno essere svolti esclusivamente durante il periodo di cassa integrazione guadagni a zero ore dei destinatari. La realizzazione degli obiettivi di cui in premessa verrà conseguita mediante la previsione di tre diverse fasi di intervento: FASE 1: Presentazione, tramite procedura informatizzata unica (Procedura progetti formativi per attestazione singole Competenze/perc
 
 
Destinatari
 I destinatari delle azioni finanziate a valere sul presente avviso, devono avere i seguenti requisiti: - essere residenti o domiciliati in un Comune della Regione Puglia. Se cittadini non comunitari devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa; - avere compiuto il 18esimo anno di età; - essere lavoratori in cassa integrazione guadagni a zero ore rivenienti da imprese con sede operativa nel territorio pugliese, inseriti in programmi di ricollocazione a seguito di accordi di programma o tavoli di crisi nazionali e/o locali, ai sensi della normativa vigente In favore dei destinatari verrà riconosciuto un voucher formativo, pari ad euro 5,00/h al lordo delle imposte di legge, sarà commisurata all’effettiva partecipazione alle attività formative, non spetta pertanto in caso di malattia, infortunio e assenza. . I destinatari non possono cumulare i benefici previsti dal voucher oggetto del presente avviso ad altre forme di finanziamento provenienti da soggetti pubblici o privati finalizzati alla medesima attività. I percorsi previsti all’interno del catalogo regionale attuano il principio di condizionalità in ordine all’obbligo di partecipazione alle misure di politica attiva per i percettori di strumenti di sostegno al reddito di cui all’art. 8 e art. 44 comma 11 bis del D.Lgs. 148/2015. Ai sensi della normativa vigente, il titolare di un’indennità che, dopo aver sottoscritto il Patto di Servizio Personalizzato, rinuncia o non partecipa regolarmente ai servizi previsti, salvo i casi in cui questo è dovuto a cause indipendenti dalla volontà, è soggetto a decurtazione dell’indennità di sostegno al reddito, ovvero perde il diritto al trattamento, nei modi e nei termini stabiliti dalla norma. Bollettino Ufficiale della Regione.
Ai partecipanti ai percorsi formativi sarà assegnato un voucher utilizzabile presso gli Organismi di Formazione attivi sul catalogo regionale. Il percorso formativo sarà scelto direttamente dal soggetto interessato, secondo il proprio fabbisogno professionale. L’iscrizione dei partecipanti ai corsi avviene tramite accesso diretto da parte dei soggetti interessati alla piattaforma telematica, o direttamente presso l’Ente di formazione dallo stesso lavoratore in cassa integrazione a zero ore scelto, previa sottoscrizione del Patto di Servizio presso il CPI di competenza a cui il lavoratore dovrà consegnare anche la documentazione ufficiale attestante il proprio stato di percettore di strumenti di sostegno al reddito. Il CPI provvederà a caricare la suddetta documentazione ed il Patto di servizio sulla piattaforma telematica di Sistema Puglia. 

                                                                        

                                                                                SCHEDE TECNICHE DELLE ATTIVITA' FORMATIVE    
 
Denominazione Corso Tecnologie Per La Progettazione Interattiva Tridimensionale
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 223 - tecnico della realizzazione di elaborati grafici attraverso l'uso di strumenti informatici e programmi CAD 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 70
N.ro Ore Laboratorio 140
Tipologia Laboratorio Aula informatica con programmi cad cam
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Diploma di scuola superiore e ottima conoscenza dei sistemi informatici.
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi Unità formativa 1 - Introduzione al BIM (Buildig information Modeling) 
Durata: (30 ore) 
Contenuti: Strumenti di controllo per la qualità, la produttività, l'utilità dei processi di trasformazione sostenibile del territorio; Assetti, obiettivi, strumenti e piattaforme di lavoro per il processo progettuale e costruttivo integrati; Individuare le finalità del processo, i suoi attori, le configurazioni di lavoro, le strumentazioni e le tempistiche operative per progettarne il BIM più adatto; Dall'operatività alla supervisione di processo; Strumenti di costruzione e di gestione in Autodesk Revit, connessione con i CAD su protocollo DWG, DXF e DGN, e con gli altri software di modellazione parametrica mediante protocollo IFC, connessione con i sistemi di analisi strutturale, funzionale energetica. 
Unità formativa 2 - Cenni preliminari e basi di Revit Architecture; i 
Durata: (60 ore) 
Contenuti: 
Cenni preliminari e basi di Revit Architecture: Differenza tra Revit e gli altri software CAD; il metodo di gestione BIM; relazioni e vincoli tra gli oggetti; il concetto delle Famiglie; interfaccia grafica e funzionamento dei comandi; Comandi di base. Creazione degli elementi architettonici: Creazione dei Livelli; inserimento di Muri, Porte, Finestre, Solai; Creazione di un edificio multipiano e copia degli elementi nei livelli. Personalizzazioni e grafica degli elementi architettonici: Definizione dei materiali per gli elementi architettonici; Creazione di Muri personalizzati e multistrato; Creazione di Solai e Tetti personalizzati e multistrato; 
Unita formativa ' 3 Altri elementi architettonici di Revit Architecture; 
Durata: (30 ore) 
Contenuti: 
Creazione di Prospetti e Sezioni, Spaccati, Viste prospettiche; Personalizzazione della visualizzazione per Prospetti e Sezioni; Creazione, personalizzazione e composizione delle tavole tecniche; Creazione di particolari costruttivi; Tabelle di computo; Gestione di Aree e Locali; Colorazione delle zone 
Quotatura delle piante; Creazione di Prospetti e Sezioni, Spaccati, Viste prospettiche; Personalizzazione della visualizzazione per Prospetti e Sezioni; Creazione, personalizzazione e composizione delle tavole tecniche; Creazione di particolari costruttivi; Tabelle di computo; Gestione di Aree e Locali; Colorazione delle zone. 
Unità formativa 4 - Planimetria e rilievi con Revit Architecture; Gestione dello stato di fatto e dello stato di progetto 
Durata: (40 ore) Contenuti: 
Planimetria e rilievi: Creazione del modello del terreno; Divisione del terreno; Importazione di curve di livello da AutoCAD e da rilievi DTM e realizzazione del terreno; Creazione di sottoregioni e piattaforme; Inserimento di elementi di planimetria. 
Unità formativa 5 - Personalizzazione degli elementi architettonici 
Durata: (50 ore)Contenuti: 
Personalizzazione degli elementi architettonici (famiglie parametriche): Concetti legati alla personalizzazione delle Famiglie parametriche; Creazione di elementi architettonici personalizzati; Uso di elementi architettonici personalizzati nel progetto. Rendering del progetto: Introduzione a Mental ray (il motore di rendering di Revit) e la Global Illumination;
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Modalità di verifica dell’apprendimento (modalità di realizzazione delle prove intermedie): 
Colloquio, prove pratiche e controllo delle esercitazioni svolte; 
Test finale, a risposta multipla, di verifica delle competenze totali acquisite 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti
 
Denominazione Corso Murature Per Volte Ed Archi
Sezione Sezione 1 - Offerta Formativa Libera
Settore edilizia ed impiantistica
Figura di Riferimento 229-operatore/operatrice per la realizzazione di opere murarie
Descrizione Figura Realizza opere murarie di archi e volte e altre lavorazioni connesse; è in grado di scegliere e utilizzare correttamente i materiali, utensili/macchine/attrezzature necessarie per le specifiche lavorazioni, di eseguire opere strutturali nuove, opere di recupero e consolidamento e opere a carattere decorativo; 
- si occupa inoltre di semplici interventi anche a carattere manutentivo, di carpenteria e di finitura, collaborando nella installazione di impianti idrotermosanitari ed elettrici; 
- opera all'interno di cantieri edili sulla base di documentazione tecnica, di indicazioni di altre figure professionali, di tecnici e della committenza; 
- si caratterizza per la polivalenza delle proprie competenze nell'ambito delle costruzioni edili. 
Obiettivi di Apprendimento (competenze in sucita) Obiettivo generale del corso è la formazione nelle tecniche di costruzione delle coperture a volta. La volta è la copertura arcuata di un edificio o di una sua parte: tale costruzione, largamente impiegata nel passato, con l’avvento delle tecnologie del ferro, delle strutture in cemento armato e delle strutture precompresse, è stata quasi totalmente abbandonata per cedere il passo alle moderne strutture piane. Il sistema di copertura a volta è un procedimento antico che nasce, nel Salento, dall’abbondanza di due tipi di pietra che, per le loro caratteristiche, sono molto apprezzate in campo edilizio ed architettonico: il carparo e la pietra leccese:con molta ingegnosità, i maestri “voltaroli”, grazie anche alla malleabilità del materiale da costruzione utilizzato, hanno prodotto delle siffatte strutture che sono presenti in tutti i centri del Salento. Allo stesso modo gli antichi maestri scalpellini modellavano e decoravano la pietra che serviva per la costruzione delle volte utilizzando il tradizionale strumento dello scalpellino. Recuperare e rilanciare questo particolare tipo di tecnica costruttiva significa mantenere viva un’antica arte ed allo stesso tempo consentire un più equilibrato sfruttamento delle risorse ecocompatibili ed ecosostenibili che il territorio, per vocazione, possiede. Pertanto, , la Scuola Edile della provincia di Lecce intende attuare un intervento progettuale che abbia i seguenti obiettivi specifici: 1. recuperare una tecnica costruttiva ecosostenibile; 2. incentivare, affinchè non venga perduto per sempre ciò che è il sapere, l’arte e la tradizione racchiuse nella costruzione delle tipiche volte salentine; 3. dare risposta alle richieste sul mercato di costruzioni con coperture a volta, patrimonio artistico del territorio; 4. garantire uno sbocco occupazionale avvicinandosi al lavoro edile di tipo qualificato.
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 70
N.ro Ore Laboratorio 140
Tipologia Laboratorio Edile con zone interne ed esterne per le esercitazione.
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto-dovere o esserne prosciolto.Conoscenza base dell'edilizia, dei principali materiali ed attrezzature ed conoscenza dei concetti fondamentali di antinfortunistica.
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi Titolo del modulo 1: Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro (20 ore) 
Contenuti 
conoscere ed applicare i principi fondamentali per la prevenzione e la sicurezza sui luoghi di lavoro; conoscere i rischi tipici dell’attività lavorativa di riferimento; affrontare le principali situazioni di emergenza; collaborare al mantenimento delle condizioni di sicurezza sul luogo di lavoro; Al termine del modulo di sicurezza sul lavoro verrà rilasciato l’attestato relativo all’assolvimento dell’obbligo ex art. 37 D. Lgs 81/2008 

Titolo del modulo 2: Disegno tecnico e calcolo professionale (20 ore) 
Contenuti 
Conoscere i fondamenti del disegno tecnico Leggere i disegni di progetto utilizzati nei cantieri edili per la realizzazione delle costruzioni Impostare ed eseguire un computo metrico estimativo 

Titolo del modulo 3: Tecnologia delle costruzioni: volte ed archi (20 ore) 
Contenuti 
Conoscere e classificare i vari tipi di volte Conoscere le tecniche costruttive relative ai vari tipi di volta Conoscere e descrivere i vari tipi di pietre utilizzati per la costruzione delle volte leccesi Conoscere e definire le proprietà meccaniche, tecnologiche e fisico – chimiche dei materiali di costruzione 

Titolo mod 4 Laboratorio delle costruzioni (100 ore) 
Contenuti 
Realizzare coperture con volte ed archi. Conoscere la tecnica professionale dello scalpellino Conoscere le caratteristiche dei materiali lapidei Conoscere le cause di degrado de materiali lapidei spianare e preparare superfici di pietra grezza lavorare superfici segate o fresate riparare superfici deteriorate o danneggiate tagliare e rifinire superfici, angoli, curvature e centine rifinire modanature sgrossate 

Titolo del modulo 5: Creazione e gestione dell’impresa artigiana (20 ore) 
Contenuti 
principali previsioni normative riguardo la creazione e gestione dell’impresa artigiana Porre le basi per la creazione di un proprio business plan che verrà realizzato durante la fase di accompagnamento individuale; Apprendere le fondamentali competenze manageriali per la gestione dell’impresa 

Titolo del modulo 6: Lavorazione e decorazione dei materiali lapidei con scalpellino ( 30 ore ). 
Contenuti 
Conoscere la tecnica professionale dello scalpellino Conoscere le caratteristiche dei materiali lapidei Conoscere le cause di degrado de materiali lapidei spianare e preparare superfici di pietra grezza lavorare superfici segate o fresate riparare superfici deteriorate o danneggiate tagliare e rifinire superfici, angoli, curvature e centine rifinire modanature sgrossate 
Modalita Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Verifiche e test finale e prova pratica con commissione di n 3 esperti interni
Attestazione finale Attestato di Frequenza con profitto
 
Denominazione Corso Operatore Delle Costruzioni A Secco.
Sezione Sezione 1 - Offerta Formativa Libera
Settore edilizia ed impiantistica
Figura di Riferimento Figura: 229 - operatore/operatrice per la realizzazione di opere murarie
Descrizione Figura Realizza opere di costruzioni a secco di vario genere (muretti,"Pagghiare" e altre lavorazioni connesse; è in grado di scegliere e utilizzare correttamente i materiali, utensili/macchine/attrezzature necessarie per le specifiche lavorazioni, di eseguire opere strutturali nuove, opere di recupero e consolidamento e opere a carattere decorativo; 
- si occupa inoltre di semplici interventi anche a carattere manutentivo, di e di finitura, collaborando nella installazione di impianti idrotermosanitari ed elettrici; 
- opera all'interno di cantieri edili sulla base di documentazione tecnica, di indicazioni di altre figure professionali, di tecnici e della committenza; 
- si caratterizza per la specializzazione delle proprie competenze nell'ambito
Obiettivi di Apprendimento (competenze in sucita) Obiettivo generale del corso è l’ acquisizione delle tecniche di costruzione, riparazione e manutenzione delle costruzioni in pietra a secco. 
Riqualificare questa larga utenza nelle tecniche di costruzione a secco vuol dire aggiornare le loro competenze e dare loro una concreta possibilità di reinserimento nel mercato del lavoro. Nello specifico l’intervento viene incontro ad un’esigenza che emerge dall’ osservazione della Le competenze maturate in ambito lavorativo, opportunamente integrate con conoscenze disciplinari idonee possono costituire elementi utili al raggiungimento della qualificazione professionale 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 70
N.ro Ore Laboratorio 140
Tipologia Laboratorio Edile con zone interne ed esterne per le esercitazioni.
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto - dovere o essere prosciolto.Conoscenza base dell'edilizia,delle principali attrezzature e dei concetti fondamentali di antinfortunistica.
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi Mod. 1 - Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (20 ore): 
Contenuti 
finalizzato all’acquisizione delle principali competenze in materia di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro;Al termine del modulo di sicurezza verrà rilasciato l attestato relativo all'assolvimento dell'obbligo ex art. 37 D.lgs 81/2008 

Mod. 2 – Geologia del territorio (10 ore): 
Contenuti 
ha come scopo far conoscere le nozioni fondamentali inerenti la geologia generale, le caratteristiche morfologiche e geologiche del sottosuolo salentino,le caratteristiche della pietra locale per la costruzione dei manufatti a secco; 

Mod. 3 – Storia ed evoluzione del paesaggio (10 ore): 
Contenuti 
finalizzato alla conoscenza delle tappe fondamentali dell’evoluzione storico-geografica del territorio salentino; 

Mod. 4 – Strutturazione del cantiere edile (25 ore): 
Contenuti 
mira allo sviluppo di abilità tecnico professionali per l’allestimento del cantiere edile; 

Mod. 5 - Tecnologia dei materiali (15 ore): 
Contenuti 
ha come scopo far conoscere i diversi tipi di materiali utilizzati nelle costruzioni (lapidei, sabbie e ghiaie, pietre naturali, agglomerati); 

Mod. 6 – Metodi e tecniche di costruzione (20 ore): 
Contenuti 
finalizzato all’acquisizione delle tecniche inerenti le costruzioni in pietra a secco tradizionali (muretti, pajare, pozzelle) anche attraverso la lettura di disegno tecnico;durante il modulo verrà approfondito l’utilizzo corretto degli attrezzi da lavoro (martelline, piccone, scalpello); 

Mod. 7 – Tecniche di esecuzione (110 ore): 
Contenuti 
mira alla messa in pratica delle tecniche di esecuzione, costruzione e restauro conservativo delle architetture in pietra a secco. Durante il modulo i corsisti si cimenteranno nella costruzione di un’opera a secco all’interno dei laboratori interni della Scuola Edile. 
Modalita Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Test di verifica finale e prova pratica con commissione interna composta da n 3 docenti esperti.
Attestazione finale Attestato di Frequenza con profitto
 
 
Denominazione Corso Decorazione E Restauro Della Pietra Leccese (Scalpellino)
Sezione Sezione 1 - Offerta Formativa Libera
Settore edilizia ed impiantistica
Figura di Riferimento 229 - operatore/operatrice per la realizzazione di opere murarie
Descrizione Figura - realizza manufatti in pietra leccese di vario genere e altre lavorazioni connesse; è in grado di scegliere e utilizzare correttamente i materiali, utensili/macchine/attrezzature necessarie per le specifiche lavorazioni, di eseguire decori e opere di recupero e consolidamento a carattere decorativo; 
- si occupa inoltre di semplici interventi anche a carattere manutentivo, di finitura. 
- opera all'interno di cantieri edili sulla base di documentazione tecnica, di indicazioni di altre figure professionali, di tecnici e della committenza; 
- si caratterizza per le specifiche competenze nell'ambito della decorazione e restauro della pietra. 
Obiettivi di Apprendimento (competenze in sucita) L'obiettivo e' di far apprendere la tecnica professionale dello scalpellino, le caratteristiche dei materiali lapidei, le cause di degrado de materiali lapidei spianare e preparare superfici di pietra grezza lavorare superfici segate o fresate riparare superfici deteriorate o danneggiate tagliare e rifinire superfici, angoli, curvature e centine rifinire modanature sgrossate: tecniche di lavorazione e decorazione della pietra Leccese con l’utilizzo dello scalpellino; realizzazione di incisioni ed applicazioni su lastre di pietra Leccese preparazione del luogo di lavoro; progettazione ed esecuzione di opere in pietra Leccese per il settore edile (portali, rivestimenti per pavimenti, pozzi, cornicioni e rivestimenti); conservazione, pulizia e manutenzione di pietre naturali ed artificiali; ealizzazione di modanature quali smussature, scanalature, incastri, gocciolatoi, arrotondamenti, bottaccini, caverti e gole; pulizia e sgombero dell’area occupata alla fine del lavoro.Il corso ha l'obiettivo di formare figure tipiche del settore (Scalpellino della pietra Leccese, figure progressivamente scomparse dal mercato del lavoro. 
Le competenze maturate in ambito lavorativo, opportunamente integrate con conoscenze disciplinari idonee possono costituire elementi utili al raggiungimento della qualificazione professionale. 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 140
N.ro Ore Laboratorio 70
Tipologia Laboratorio Cantiere edile con zone interne ed esterne per le esercitaz.
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto-dovere o esserne prosciolto. Conoscenze base tecnico-costruttive, delle principali attrezzature e materiali e dei principali concetti fondamentali di antinfortunistica.
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi Mod. 1 - 
Contenuti 
Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (20 ore): finalizzato all’acquisizione delle principali competenze in materia di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro;Al termine del modulo di sicurezza verrà rilasciato l attestato relativo all'assolvimento dell'obbligo ex art. 37 D.lgs 81/2008 

Mod. 2 - Tecnologia dei materiali (30 ore): 
Contenuti 
ha come scopo far conoscere i diversi tipi di materiali utilizzati nelle costruzioni e nel restauro della (pietra Leccese,lapidei, sabbie e ghiaie, pietre naturali, agglomerati). 

Mod. 3 – Metodi e tecniche di costruzione (30 ore): 
Contenuti 
finalizzato all’acquisizione delle tecniche inerenti le costruzioni ed il restauro e anche attraverso la lettura di disegno tecnico;durante il modulo verrà approfondito l’utilizzo corretto degli attrezzi da lavoro (martelline, piccone, scalpello); 

Mod. 4- Analisi dei materiali (10 ore) 
Contenuti 
Rocce;rocce metamorfiche;rocce del Salento,leganti,cementi e malte. - 

Mod 5 Tecniche di esecuzione (120 ore): 
Contenuti 
mira alla messa in pratica delle tecniche di esecuzione, costruzione e restauro conservativo delle architetture in pietra a leccese. Durante il modulo i corsisti si cimenteranno nella costruzione di un’opera a in pietra leccese 
Modalita Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Test intermedi e finali e prova pratica con commissione interna formata da n 3 docenti esperti.
Attestazione finale Attestato di Frequenza con profitto
 
 
Denominazione Corso Impianti Elettrici
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 408 - operatore/operatrice per la preparazione, installazione, manutenzione e controllo degli impianti elettrici 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 98
N.ro Ore Laboratorio 112
Tipologia Laboratorio Elettrico - elettronico
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza: 
- dei concetti di base di impiantistica; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi REALIZZAZIONE DEI CIRCUITI ELETTRICI E CONOSCENZE DELLE NORMATIVE IN VIGORE (50 ore formazione frontale –72 ore laboratorio–4 ore verifica) 
• Le attrezzature necessarie, quali ad esempio cacciavite, pinze, trapano, saldatore, per l'installazione dell'impianto 
• Elementi di disegno tecnico 
• Elementi di elettromeccanica, elettrotecnica ed elettronica 
• Elementi di impiantistica civile e industriale 
• Norme e procedure tecniche e di sicurezza per l'installazione di cavi, dispositivi ed apparecchiature 
• Componenti e caratteristiche degli impianti da installare 
Laboratorio 
• Procedure di giunzione dei canali metallici e metodi di collegamento dei cavi alle apparecchiature e ai cavi elettrici 
• Tecniche di tracciatura, scanalatura, posizionamento e fissaggio 
• Leggere il disegno tecnico e gli schemi dell'impianto 
• Tecniche di lavorazione della lamiera e delle parti in plastica in un quadro elettrico 
• Funzionamento dei componenti installati analizzando gli eventuali imprevisti, individuandone le possibili cause e le relative soluzioni 
• Collocazione cassette di derivazione, prese a spina, comandi, dispositivi di protezione, il quadro generale ed eventuali apparecchi ricetrasmittenti, predisponendo il relativo collegamento ai cavi, secondo il progetto e le caratteristiche ambientali 
• Posa dei cavi 
• Posizionamento di scatole e cassette di derivazione da incasso 
• Verificare il funzionamento 
RISCHIO ELETTRICO DI BASE (8 ore formazione frontale –6 ore laboratorio–2 ore verifica) 
• Concetti generali di sicurezza 
• Protezione delle persone contro i contatti indiretti e diretti 
• Protezione delle condutture contro le sovracorrenti 
• Protezione delle strutture contro i fulmini 
• Azione della corrente attraverso il corpo umano 
Laboratorio 
• Provvedimenti per i luoghi con pericolo di esplosione 
• Provvedimenti per le alimentazioni di sicurezza 
LAVORI IN PROSSIMITÀ DI IMPIANTI ELETTRICI E LAVORI SOTTO TENSIONE IN BT E FUORI TENSIONE IN AT E BT IN CONFORMITÀ ALLA NORMA CEI 11-27 ED. 2014 (10 ore di formazione frontale–14 ore laboratorio–4 ore verifica) 
• Legislazione sulla sicurezza dei lavori elettrici (aspetti particolari della legislazione di riferimento) 
• La valutazione del rischio negli ambienti di lavoro: i piani di sicurezza e le misure di prevenzione e protezione 
• La Norma CEI EN 50110-1 “Esercizio degli impianti elettrici” 
• La Norma CEI 11-27 “Lavori su impianti elettrici” 
Laboratorio 
• Indicazioni di primo soccorso a persone colpite da shock elettrico e arco elettrico 
• Scelta e impiego DPI per i lavori elettrici 
• Conservazione DPI 
• La gestione delle situazioni di emergenza 
• Procedure per lavori sotto tensione 
• Esempi di schede di lavoro 
• Dimostrazione della corretta metodologia di esecuzione dei lavori sotto tensione 
CONSULTAZIONE E APPLICAZIONE NORMA CEI 64-8 (16 ore di formazione frontale–20 ore laboratorio–4 ore verifica) 
• Introduzione ai contenuti delle sette parti della Norma CEI 64-8 
• Approfondimento di applicazione della Norma CEI 64-8 mediante lo sviluppo completo di un esempio per la realizzazione e la verifica di un impianto di terra (1a parte) 
• Efficienza energetica degli impianti elettrici: la nuova Parte 81 della Norma CEI 64- 
Laboratorio 
• Scelta e installazione dei componenti elettrici 
• Prove di continuità, prove sugli interruttori differenziali, misura della resistenza di terra dell’anello di guasto 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre, per chi avrà una frequenza minima del 70%, la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatario. La Scuola Edile della Provincia di Lecce, in quanto Ente paritetico bilaterale, rilascerà, così come prevede la normativa, a tutti i partecipanti oltre alla dichiarazione degli apprendimenti anche: 
1) Attestato a Norma CEI 11-27 per le qualifiche PES PAV PEI 
2) Attestato a Norma CEI 64-8 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio,oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti
 
Denominazione Corso Impianti Termoidraulici
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 407 - operatore/operatrice per la preparazione, installazione, manutenzione e controllo degli impianti termo-idraulici 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 90
N.ro Ore Laboratorio 120
Tipologia Laboratorio Termo - idraulico
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto - dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza: 
- dei concetti di base di impiantistica; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi INSTALLAZIONE DELL'IMPIANTO TERMOIDRAULICO (25 ore formazione frontale – 40 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
Caratteristiche dei materiali e dei componenti 
Elementi di impiantistica meccanica, termoidraulica, oleodinamica 
Norme antinfortunistiche 
Leggi e regolamenti nazionali per l'installazione di impianti termo-idraulici 
Principali tipologie di impianti termoidraulici e idrosanitari 
Sistemi di distribuzione e controllo dei fluidi 
Strumenti di lavoro e attrezzature 
Tecniche di lavorazione, adattamento, assemblaggio di tubi di acciaio, di rame, di materiale plastico 
Unità di montaggio, di misura e di collaudo 
Laboratorio: 
Esecuzione del montaggio di semplici apparecchiature termiche (generatori di calore, impianti di climatizzazione, impianti gas e apparecchi utilizzatori) e idro-sanitarie (apparecchi sanitari, rubinetteria) 
Esecuzione della saldatura e realizzazione di giunti smontabili, per il montaggio di collettori 
Trasformazione degli schemi e i disegni tecnici in sistemi di distribuzione dei fluidi 
MANUTENZIONE DELL'IMPIANTO TERMOIDRAULICO (25 ore formazione frontale – 40 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
Strumenti di lavoro e attrezzature per la verifica e il controllo di impianti installazione di impianti termoidraulici 
Tecniche di montaggio di apparecchiature termiche e idro-sanitarie 
Elementi di informatica per i sistemi di controllo e collaudo di impianti termo-idraulici 
Elementi di impiantistica meccanica, termoidraulica, oleodinamica 
Laboratorio 
Applicazione di metodiche di reportistica tecnica per il rilascio della documentazione di legge 
Applicazione di procedure e metodiche per effettuare gli interventi di ripristino funzionale 
Tecniche di ripristino degli impianti in caso di malfunzionamento 
Tecniche di manutenzione e la verifica periodica dell'impianto termico necessarie al rilascio della corretta documentazione 
Metodi e strumentazione per la verifica del corretto funzionamento degli impianti 
Componenti dell'impianto giudicati difettosi o malfunzionanti 
Interpretazione delle informazioni relative a malfunzionamenti di impianti termici e idrosanitari per elaborare eventuali ipotesi di soluzione 
LAVORAZIONI DI ASSEMBLAGGIO DI PARTI MECCANICHE ATTRAVERSO PROCESSI DI SALDATURA (25 ore formazione frontale – 40 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
Caratteristiche meccaniche e tecnologiche dei materiali ferrosi e delle leghe 
Principali caratteristiche tecnologiche delle saldatrici manuali per un utilizzo corretto ed in sicurezza 
Proprietà di massa e grandezze fondamentali per determinare la percentuale di lega e il punto di fusione dei singoli materiali 
Tecnologia meccanica dei materiali, metallici e non metallici, per conoscerne il corretto utilizzo 
Nozioni di disegno meccanico e di aritmetica professionale per individuare le caratteristiche finali del pezzo 
Laboratorio 
Individuazione del materiale di riporto compatibile con il materiale originale del pezzo 
Individuazione, sulla base delle indicazioni (cartellino di lavorazione) e del disegno tecnico, della tipologia di saldatura da realizzare (ad elettrodo, ossiacetilenica ecc.), il tipo di elettrodo e la tipologia di gas al fine di predisporre le attrezzature e i materiali 
Rispetto della normativa relativa alla sicurezza, igiene, salvaguardia ambientale di settore 
Utilizzo corretto delle saldatrici manuali nel rispetto delle principali caratteristiche tecnologiche e delle norme di sicurezza 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre, per chi avrà una frequenza minima del 70%, la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatari. 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio,oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti


 
Denominazione Corso Posa Rivestimenti
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 233 - operatore/operatrice per la realizzazione di lavori di rivestimento/piastrellatura di superfici con materiali ceramici, marmo, pietra naturale, cotto o assimilabili 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 62
N.ro Ore Laboratorio 148
Tipologia Laboratorio Edile con zone interne ed esterne per le esercitazioni
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto-dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza: 
- dei concetti di base di muratura; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi DISEGNO TECNICO E TECNICHE COSTRUTTIVE (10 ore formazione frontale – 2 ore verifica) 
• Lettura e disegno di piante e prospetti; 
• Simbologia costruzioni edili. 
STRUTTURE MURARIE (6 ore formazione frontale – 24 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Tecnologia dei materiali e delle strutture murarie; 
• Macchine e attrezzi da lavoro; 
• Strumenti di misura e di controllo; 
• La sicurezza nello specifico processo produttivo. 
Laboratorio 
• Acquisizione della capacità di controllo della gestualità per la costruzione di muro 
• Muratura faccia a vista; 
• Interventi sulle murature; 
• Archi e semplici strutture voltate. 
INTONACI E FINITURE (6 ore formazione frontale – 25 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Tipologie dei materiali; 
• Tipi di intonaci; 
• Tecniche di finitura. 
Laboratorio 
• Preparazione della superficie muraria da intonacare; 
• Esercitazioni per l’esecuzione di intonaco civile, finiture (intonachino, sagramatura, graffito...), interventi di manutenzione di intonaci (demolizione, rappezzi, ecc.). 
TEORIA E TECNICHE DELLA COSTRUZIONE DI MASSETTI IN PIANO E INCLINATI (6 ore formazione frontale – 25 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Requisiti e prestazioni degli elementi tecnici di un edificio; 
• Pendenze, altezze e quote; 
• Comprensione dei particolari esecutivi e dei materiali per coibentazioni e impermeabilizzazioni. 
Laboratorio 
• Costruzione di massetti per posa pavimenti; la sicurezza nello specifico processo produttivo 
PAVIMENTAZIONI E RIVESTIMENTI - TECNICHE DI POSA COTTO E ASSIMILABILI (6 ore formazione frontale – 25 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Tipologie di materiali e strutture; 
• Attrezzature ed utensili; 
• Preparazione delle superfici interessate alla pavimentazione e/o rivestimento; 
• Modalità d’uso dei materiali di fissaggio dei vari tipi di pavimentazioni e rivestimenti. 
Laboratorio 
• Esercitazioni di messa in opera di pavimentazioni e rivestimenti nelle varie rappresentazioni e forme geometriche; 
• Uso delle macchine da taglio. 
TECNICHE DI POSA DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA E MARMO (6 ore formazione frontale – 24 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Le piastrelle in ceramica; 
• Le lastre in marmo; 
• Tessitura del disegno di posa. 
Laboratorio 
• Tecniche di posa di piastrelle ceramiche e delle lastre in marmo a spolvero e con adesivi. 
RIVESTIMENTI IN PIETRA NATURALE (6 ore formazione frontale – 25 ore laboratorio – 4 ore di verifica) 
• Pietre naturali 
• Materiali Lapidei 
• Sabbie e ghiaie 
• Agglomerati 
• Agglomerati cementizi 
Laboratorio 
• Posa tradizionale 
• Lastricati, Selciati, Ammattonati 
• Posa pavimentazioni interne in pietra naturale, in cotto e in ceramica, con elementi di forma rettangolare, con elementi di forma quadrata, con elementi combinati, con elementi irregolari, con graniglia e cementante, in legno. 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre, per chi avrà una frequenza minima del 70%, la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatari. 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio,oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti
 
 
Denominazione Corso Saldatura Con Elettrodo Rivestito
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 416 - operatore/operatrice per attività di attrezzaggio delle macchine, saldatura e controllo della qualità dei processi di saldatura 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 80
N.ro Ore Laboratorio 130
Tipologia Laboratorio Saldatura
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza: 
- delle caratteristiche di lavorazione; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici e un buono pasto di 5.29 per ogni giornata di lezione frequentata. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi TEORIA E TECNICHE DI SALDATURA (60 ore formazione frontale – 100 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
• Il processo speciale di saldatura e la normativa nel settore delle costruzioni metalliche saldate; 
• Cenni di fisica e di metallurgia: l’atomo; stato solido, liquido e gassoso; apporto termico e sottrazione di calore; microstrutture molecolari; caratteristiche meccaniche dei metalli e delle giunzioni permanenti; 
• Prove meccaniche; 
• L’arco elettrico; 
• Saldatura: classificazioni e definizioni; 
• Saldatura autogena:generalità sui processi maggiormente diffusi, sia manuali che automatici e robotizzati; 
• Approfondimenti sul processo con elettrodo rivestito; 
• Saldatura eterogena: brasatura dolce, brasatura forte e saldobrasatura; 
• Classificazione e codifica dei materiali d’apporto; 
• Ruolo dei gas di saldatura; 
• Generatori per saldare: principali caratteristiche e tipologie; 
• Leghe metalliche di base: applicazione dei diversi procedimenti; 
• Giunzioni permanenti e preparazione del materiale base; 
• Posizioni di saldatura e definizioni; 
• Simboli di saldatura; 
• Difettologia; 
• Generalità sui Controlli distruttivi e non distruttivi; 
• Qualificazione delle procedure di saldatura e brasatura: norme di riferimento; la WPQR/BPQR e la 
WPS/BPS; durata delle qualificazioni; 
• Qualificazione dei saldatori e dei brasatori: norme di riferimento e durata delle qualificazioni; 
• Lettura ed applicazione delle specifiche di procedura di saldatura (WPS) e brasatura (BPS); 
• Taglio termico; 
• Sicurezza in saldatura 
Laboratorio 
• Riporti di saldatura su piastra di acciaio al carbonio in posizione piana, frontale, verticale ascendente; 
• Cordoni d’angolo su piastre di acciaio al carbonio in posizione piano-frontale, verticale ascendente; 
• Saldatura testa a testa con sostegno di piastre di acciaio al carbonio in posizione piana, frontale, verticale ascendente; 
• Saldatura testa a testa con ripresa al rovescio di piastre di acciaio al carbonio in posizione piana e frontale; 
• Saldatura testa a testa in piena penetrazione di piastre di acciaio al carbonio in posizione piana e frontale; 
• Esercitazioni di taglio termico con cannello a getto di ossigeno; 
• Esercitazioni di molatura per la preparazione dei lembi da saldare; 
• Simulazione prova di qualificazione; 
• Esame con liquidi penetranti delle saldature; 
• Esercitazioni di molatura per la riparazione e pulizia dei cordoni saldati; 
• Simulazione di prova di qualificazione. 
CONTROLLO VISIVO DELLE SADATURE VISUAL TEST (VT) (10 ore formazione frontale – 30 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
• Il processo speciale di saldatura e la normativa nel settore delle costruzioni metalliche saldate; 
• Cenni di fisiologia dell’occhio umano; 
• Cenni di ottica; 
• Cenni di Metallurgia; 
• Difettologia dei getti e dei forgiati; 
• Difettologia dei giunti saldati; 
Laboratorio 
• Il controllo visivo Diretto; 
• Il controllo visivo indiretto o da remoto; 
• Normative di riferimento; 
• Registrazione del controllo; 
• Compilazione dei report; 
• Esercitazoni 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre, per chi avrà una frequenza minima del 70%, la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatari. 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio,oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti
 
 
Denominazione Corso Saldatura Con Processo A Filo Continuo Pieno
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 416 - operatore/operatrice per attività di attrezzaggio delle macchine, saldatura e controllo della qualità dei processi di saldatura 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 130
N.ro Ore Laboratorio 80
Tipologia Laboratorio Saldatura
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza: 
- delle caratteristiche di lavorazione; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi TEORIA E TECNICHE DI SALDATURA (60 ore formazione frontale – 100 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
• Il processo speciale di saldatura e la normativa nel settore delle costruzioni metalliche saldate 
• Cenni di fisica e di metallurgia: l’atomo; stato solido, liquido e gassoso; apporto termico e sottrazione di calore; microstrutture molecolari; caratteristiche meccaniche dei metalli e delle giunzioni permanenti; 
• Prove meccaniche; 
• L’arco elettrico; 
• Saldatura: classificazioni e definizioni; 
• Saldatura autogena: generalità sui processi maggiormente diffusi, sia manuali che automatici e robotizzati; 
• Approfondimenti sul processo a filo continuo pieno; 
• Saldatura eterogena: brasatura dolce, brasatura forte e saldobrasatura; 
• Classificazione e codifica dei materiali d’apporto; 
• Ruolo dei gas di saldatura; 
• Generatori per saldare: principali caratteristiche e tipologie; 
• Leghe metalliche di base: applicazione dei diversi procedimenti; 
• Giunzioni permanenti e preparazione del materiale base; 
• Posizioni di saldatura e definizioni; 
• Simboli di saldatura; 
• Difettologia; 
• Generalità sui Controlli distruttivi e non distruttivi; 
• Qualificazione delle procedure di saldatura e brasatura: norme di riferimento; la WPQR/BPQR e la WPS/BPS; durata delle qualificazioni; 
• Qualificazione dei saldatori e dei brasatori: norme di riferimento e durata delle qualificazioni; 
• Lettura ed applicazione delle specifiche di procedura di saldatura (WPS) e brasatura (BPS); 
• Taglio termico; 
• Sicurezza in saldatura 
Laboratorio 
• Riporti di saldatura con filo continuo animato su piastra di acciaio al carbonio in posizione piana, frontale, verticale ascendente; 
• Cordoni d’angolo con filo continuo animato su piastre di acciaio al carbonio in posizione piano-frontale, verticale ascendente; 
• Cordoni d’angolo con filo continuo pieno su piastre di acciaio al carbonio in posizione piano-frontale; 
• Saldatura con filo continuo pieno di piastre di acciaio al carbonio testa a testa con sostegno in posizione piana e frontale; 
• Saldatura con filo continuo animato di piastre di acciaio al carbonio testa a testa con sostegno in posizione piana, frontale, verticale ascendente; 
• Saldatura con filo continuo pieno e animato di piastre di acciaio al carbonio testa a testa con ripresa al rovescio in posizione piana e frontale; 
• Saldatura con filo continuo animato di piastre di acciaio al carbonio testa a testa in piena penetrazione in posizione piana e frontale; 
• Esercitazioni di taglio termico con cannello a getto di ossigeno; 
• Simulazione prova di qualificazione; 
• Esame visivo delle saldature; 
• Esame con liquidi penetranti delle saldature; 
• Esercitazioni di molatura per la riparazione e pulizia dei cordoni saldati; 
• Simulazione di Prova di qualificazione 
CONTROLLO VISIVO DELLE SADATURE VISUAL TEST (VT) (10 ore formazione frontale – 30 ore laboratorio – 5 ore di verifica) 
• Il processo speciale di saldatura e la normativa nel settore delle costruzioni metalliche saldate; 
• Cenni di fisiologia dell’occhio umano; 
• Cenni di ottica; 
• Cenni di Metallurgia; 
• Difettologia dei getti e dei forgiati; 
• Difettologia dei giunti saldati; 
Laboratorio 
• Il controllo visivo Diretto; 
• Il controllo visivo indiretto o da remoto; 
• Normative di riferimento; 
• Registrazione del controllo; 
• Compilazione dei report; 
• Esercitazioni 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre, per chi avrà una frequenza minima del 70%, la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatari. 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio,oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti
 
 
Denominazione Corso Tecniche Decorative E Di Pitturazione
Sezione Sezione 3 - Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Figura di Riferimento 232 - operatore/operatrice per attività di pittura, stuccatura, rifinitura e decorazione edilizia 
Durata (in ore) 210
N.ro Ore Aula 60
N.ro Ore Laboratorio 150
Tipologia Laboratorio Edile con zone interne ed esterne per le esercitazioni
Sede Laboratorio Sede Accreditata di: Lecce (LE) - Viale Belgio Z.I.
N.ro Postazioni 17
Prerequisiti d'ingresso Aver adempiuto al diritto-dovere o esserne prosciolto. 
Conoscenza dei: 
- concetti di base di edilizia; 
- delle principali attrezzature e materiali; 
- delle principali protezioni e concetti fondamentali di antinfortunistica. 

A tutti i partecipanti oltre all'indennità di presenza saranno riconosciute le spese di viaggio effettuate con mezzi pubblici. 

Il percorso realizzato verrà registrato sul libretto formativo del partecipante. 
Struttura del Percorso e Contenuti Formativi VALUTAZIONI PRELIMINARI (10 ore formazione frontale – 15 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Strumenti di rilevamento semplici; 
• Costi dei materiali, della manodopera e oneri aggiuntivi; 
• Elementi di disegno geometrico e tecnico, di matematica, di geometria piana, storia dell'arte, dell'architettura e storia delle tecniche costruttive; 
• Caratteristiche dei materiali. 
Laboratorio 
• Operazioni semplici di computo metrico e calcolo matematico; 
• Schizzi e i rilievi; 
• Valutazione del degrado; 
• Lettura del disegno progettuale 
• Quantificazione tempi, costi e manodopera 
PREDISPOSIZIONE DEL CANTIERE (10 ore formazione frontale – 14 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Attrezzature e macchinari 
• Compilazione dell’ordine, il carico e lo scarico dei prodotti 
• Sicurezza sul lavoro; 
• Realizzazione delle opere provvisionali 
Laboratorio 
• Controllo di quote, verticalità e complanarità delle superfici; 
• Realizzazione opere provvisionali 
• Scelta DPI 
• Verifica e manutenzione 
CONSOLIDAMENTO DEL FONDO (10 ore formazione frontale – 35 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Caratteristiche chimico/fisiche, estetiche e applicative dei diversi materiali e prodotti; 
• I vari tipi di detergente e lavaggio; 
• Strumenti e tecniche di applicazione dei fondi. 
Laboratorio 
• Stuccatura e chiusura di crepe rispettando i tempi di maturazione dei materiali rasanti e delle malte murarie; 
• Calcolo dei tempi e utilizzo degli strumenti appropriati. 
TINTEGGIATURA E DECORAZIONE (10 ore formazione frontale – 60 ore laboratorio – 2 ore di verifica) 
• Procedure per l'ottenimento delle tinture senza l'ausilio del tintometro; 
• Principali tecniche pittoriche di base; 
• Tecniche dei tinteggi e vernici per utilizzare i prodotti più adatti alla superficie da trattare e alla tecnica utilizzata; 
• Trattamento e coloritura di manufatti in legno o altri materiali; 
• Tinteggiatura, rivestimenti plastici, stuccature decorative e patine di vario genere; 
• Prodotti acrilici e sintetici, al quarzo, tempera alla calce. 
Laboratorio 
• Applicazione lamine metalliche con la tecnica della vernice a missione; 
• Lavorazione con verniciature o cerature protettive; 
• Realizzare decorazioni murali o su altri supporti, a riga, a mano o seriali, mediante l'uso di stampi, sia piatte che a chiaroscuro pittorico 
• Disegni preparatori 
• Realizzazione pitture decorative (spugnatura, stucco antico spatolato, effetto glitter, ecc.) 
POSA RIVESTIMENTI (8 ore formazione frontale – 26 ore laboratorio – 4 ore di verifica) 
• caratteristiche chimico fisiche dei materiali da utilizzare e loro portata (tela di vetro a strisce, carta, etc.) 
• modalità di preparazione della colla e tecniche di incollaggio nella parete 
Laboratorio 
• Esercitazioni per l’applicazione delle strisce secondo gli angoli entranti e uscenti di porte, finestre, tubi interruttori, etc. 
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
Al termine di ogni modulo sarà svolta la verifica delle conoscenze/competenze acquisite attraverso un test a risposta multipla. Gli stessi saranno corretti con il coinvolgimento dei destinatari in modo da chiarire in itinere gli argomenti poco chiari e garantire una omogeneità di conoscenze/competenze per tutti i partecipanti. 
A chiusura del percorso formativo si svolgerà inoltre la verifica dell’apprendimento finale per il rilascio dell’Attestato di frequenza con dichiarazione dell’apprendimento che prevede, per chi avrà una frequenza minima del 70%, un colloquio individuale ed una prova pratica che assieme ai risultati ottenuti nel corso dei test permetteranno una valutazione completa che sarà effettivamente corrispondente alle abilità acquisite allo scopo di potenziare l'occupabilità dei destinatari. 

Ad aumentare le possibilità di successo formativo è la presenza, nel corso delle attività di laboratorio, oltre che del docente anche del supporto tecnico. Un operaio specializzato con diversi anni di esperienza che rappresenterà il punto di congiunzione tra il docente e i corsisti. 
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti